Home » Elettronica » GSM/GPRS/GPS Tracker – TK102-2 o D300 o TK102 SD
 

GSM/GPRS/GPS Tracker – TK102-2 o D300 o TK102 SD

Qualche tempo fa ho avuto modo di recensire il GPS Tracker TK103.

Trovate la recensione su questo sito alla categoria GPS.

E’ la volta, adesso, della versione equivalente, ma portatile, conosciuta come TK102-2 oppure come D300.

E’ un GPS Tracker di ridotte dimensioni, circa metà palmo di una mano, e misura 64mmx46mmx17mm, per un peso di circa 65g, batteria compresa.

Viene fornito con due batterie da 860 mAh, ed assicura, secondo il manuale, di circa 80 ore di autonomia. Non ci credo molto. Verificheremo.

Di seguito, le caratteristiche indicate sul manuale:

BAND GSM 850/900/1800/1900 MHz
GPS Chip SIRF3 chip
GSM/GPRS Module Simcom SIM900
GPS Accuracy 5 m
Time to first Fix Cold Status 45s
Hot Status 1s
Warm Status 35s
 Car charger (accessorio non fornito) 12-24 V input, 5V output
 Wall charger 110-220 V input, 5V output
 BatteryChargeable changeable 3.7V 860 mAh Li-ion battery
 Standby  80 hours
 Storage temperature  -40°C to +85°C
 Operation temperature  -20°C to +55°C
 Humidity  5%..95% non condensing

Il sistema di funzionamento è identico a quello del tracker mod. TK103.

Come funziona?

Il tracker rimane costantemente in attesa di comandi SMS oppure chiamate. Quando riceve una chiamata, memorizza il numero chiamante e riaggancia dopo qualche squillo. Immediatamente invia le coordinate GPS al numero chiamante. Le invia qualsiasi sia il numero chiamante, a meno che non venga configurato uno o più numeri “admin”. In questo caso il tracker invia l’sms con le coordinate “esclusivamente” se chiamato da uno dei numeri autorizzati.

Vediamo brevemente i comandi disponibili per questo tracker:

NOTA: la password di default è 123456 

Comando Risposta Significato
admin123456 nr.Telefono admin ok! Imposta un nuovo numero admin.
monitor123456 monitor ok! Passa alla modalità “monitor”. Quella di default è la modalità “tracker”. Nella modalità monitor il tracker NON invia SMS, ma risponde alla chiamata permettendo di udire ciò che avviene nelle vicinanze del tracker (audio sorveglianza)
tracker123456 tracker ok! Ripristina la modalità “tracker”. E’ la modalità di default. Riaggancia la chiamata in entrata, senza rispondere. Invia al numero chiamante un sms con le coordinate.
stockade123456 longitudineE/W,latitudineN/S; longitudineE7W,latitudineN/S stockade!+geo-info al nr. autorizzato Attiva la funziona “recinto”. Cioè invia un sms di allarme solo quando il GPS esce dal rettangolo rappresentato dalle coordinate date, che indicano l’angolo superiore sinistro e l’angolo inferiore destro di un rettangolo immaginario. ATTENZIONE AGLI SPAZI ED ALLA PUNTEGGIATURA
nostockate123456 Disattiva la funzione recinto.
move123456 move ok! Attiva la modalità “Movement Alert”. Cioè invia un sms di allarme quando il tracker si sposta dalla posizione iniziale.
tlimit123456 100 Serve a configurare la distanza di soglia del comando precedente, oltre la quale viene inviato l’sms di allarme. L’esempio indica 100 metri, ma il valore può essere compreso tra 50 metri e 5999 metri.
tlimit123456 0 Annulla le impostazioni date col comando precendete. La distanza e frequenza di invio vengono riportati ai valori di default. (50 metri credo)
t030s***n123456 Invia la propria posizione ogni 30 secondi per infinite volte. s=secondi, m=minuti. h=ore
t060s003n123456 Esempio: invia l’sms ogni 60 secondi per sole 3 volte.
notn123456 Annulla le impostazioni precedenti
speed123456 130 Invia l’allarme quando chi trasporta il tracker supera i 100km/h.
shake123456 1
shake123456 10
Attiva la modalità “Motion Sensor”. Cioè invia un sms di allarme quando il tracker rileva una vibrazione. Il numero dopo la password “123456″ è la sensibilita: 1 meno sensibile, 10 più sensibile. Zero disattiva.
sdlog123456 1
sdlog123456 0
Attiva il salvataggio del tracciato sulla scheda di memoria micro-SD contenuta all’interno (non fornita). Solo in assenza di segnale GPRS o quando il server impostato è irraggiungibile. 1 attiva, zero disattiva.
readsd123456 1
readsd123456 0
Chiede al tracker di inviare il tracciato ad un server (da configurare GPRS e numero IP).1 attiva, zero smette di inviare i dati al server.
smslink123456 Passa al formato degli sms con link. Cioè fornisce un link per vedere la posizione su google maps direttamente dallo smartphone.
smstext123456 Passa al formato degli sms testuale, senza link. E’ la modalità di default.
smslinkone123456 Dalla modalità smstext, risponde con un solo sms con link.
adminip123456 nrIP nrPorta adminip ok Configura IP e porta del server. Attenzione agli spazi tra password e nrIP e tra nrIP e nrPorta. Il numero IP e la porta sono relativi al server di cui decidete di servirVi.
noadminip123456 Disabilita la configurazione del server impostata col comando precedente
apn123456 APNFornitore APN ok Configurazione GPRS – Dove APNFornitore è l’indirizzo APN fornito dal gestore telefonico. NOTA: Quando APN, numero IP e porta sono configurati, il tracker invia le coordinate al server, e non invia l’sms.
apnuser123456 GPRSUsername ‘ un’impostazione generalmente non necessaria.
apnpasswd123456 GPRSPassword E’ un’impostazione generalmente non necessaria.
zone123456 GMT_TIME Imposta il fuso orario. GMT_TIME nel nostro caso (Italia) sarà 1.
home123456 WEBSITE Imposta l’home page (da verificare).
imei123456 Controlla il numero IMEI del dispositivo

Qui c’è il manuale in italiano (GPS TRACKER - TK102 - Manuale (2404), Manuale Tracker GPS Portatile (1590)), dove è possibile trovare altri comandi per impostazioni meno importanti.

Attenzione, il manuale dice: in alcune versioni il tasto ON/OFF è disabilitato, e quindi il dispositivo si accende e spegne esclusivamente inserendo o togliendo la batteria.

Prima di montare la scheda SIM, assicurarsi di avere disabilitato la richiesta di codice PIN e tutte le deviazioni di chiamata.

Per impostare il numero admin per la prima volta, chiamare il tracker per 10 volte, aspettando, ogni volta, che questo riagganci la chiamata.

UTILIZZI

Tra gli utilizzi comuni di un apparecchio di questo tipo (sorveglianza, controllo mezzi, investigazioni, sicurezza minori) segnalo un interessante applicazione su un modello radiocomandato: http://www.baronerosso.it/forum/fpv-e-riprese-aeree/176428-localizzatore-gps-gsm-gprs-gps-traker-global-smallest-tracking-device.html

LA PROVA

Per prima cosa vorrei fare un test di durata delle batterie. Per entrambe – ne vengono fornite due – eseguo un lungo ciclo di carica, come raccomandato dal manuale per la prima carica. Poi configuro il tracker in modo da usaro in GPRS, e con i server di GPS-Trace Orange. Leggi in fondo per le considerazioni sulla durata della batteria

Innanzitutto inserisco scheda microSD e scheda SIM.

Attenzione: NON sono supportate le schede microSD da 4Gb.

Chiamo il tracker più volte, la mia chiamata viene rifiutata regolarmente, ma il tracker non risponde con alcun sms.

Ricordo che deve essere inizializzato. Allora invio: begin123456

Come previsto il tracker risponde begin ok.

Chiamo… lui risponde con un messaggio che contiene latitudine, longitudine, velocità, data e ora, voltaggio, intensità segnale.

Preferisco ricevere l’sms completo di link: allora invio smslink123456 e ricevo smslink ok come risposta.

Richiamo il tracker…. e ricevo il messaggio contenente il link a google maps, velocità, data e ora, voltaggio e intensità segnale.

Collego lo smartphone ad internet e visito il link fornito. Bello, funziona perfettamente, anche se ha sbagliato di una trentina di metri.

CONFIGURAZIONE SERVER

Decido di usare http://gps-trace.com

Dopo essermi registrato, imposto il mio  dispositivo Tracker GPS cliccando su “Activate”. Nella schermata successiva inserisco i dati IMEI, il numero di utenza installata

(ATTENZIONE: inserire con +39 iniziale), la password del dispositivo GPS ed il modello (nel nostro caso XEXUN TK-102).

Nella pagina delle impostazioni per il TK-102 troviamo i dati del server, da impostare sul dispositivo.

Server: 193.193.165.166

Porta: 20157

Ho una scheda wind con l’opzioni internet 24 su 24 ore. Imposto i dati per la connessione:APN: internet.wind

Quindi invio i seguenti messaggi al tracker:

apn123456 internet.wind

adminip123456 193.193.165.166 20157

Con il seguente sms

t040s***n123456

ottengo che le coordinate vengano inviate al server ogni 40 secondi.

Controllo la mappa di GPS-Trace Orange, assicurandomi che il sistema funzioni… ed infatti funziona alla perfezione, ed al primo tentativo.
In basso a destra clicco su LOG per vedere i messaggi inviati dal tracker.

Con il seguente comando annullo l’impostazione precedente

notn123456

Adesso la posizione sulla mappa verrà aggiornata solo quando deciderò di chiamare il tracker. Attenzione: visto che sono stati impostati i dati del server, le coordinate verranno inviate esclusivamente al server.

Se desidero ricevere la posizione ugualmente via sms, allora devo eliminare le impostazioni server oppure inviare un sms “smslinkone123456“.

LOG su scheda microSD

Come accennato prima, non sono supportate le schede microSD da 4Gb.

Come usare la scheda microSD?

Con il comando

sdlog123456 1

attiviamo il salvataggio dei dati su microSD (sdlog123456 0 per disattivare). Da notare che questo comando non fa funzionare il tracker come un data logger ma svolge solo la funzione di buffer, per così dire. I dati vengono salvati sul supporto solo quando manca la connessione GPRS oppure quando il server è temporaneamente irraggiungibile.

Ad esempio, supponiamo che il tracker si trovi in una zona in cui manca la connessione GPRS oppure il server sia temporaneamente irraggiungibile. I dati non vengono persi ma salvati nella schedina di memoria.

Per leggerli invia il comando

readsd123456 1 (readsd123456 0 per disattivare)

Questo comando trasferisce al server il tracciato memorizzato sulla scheda.

In realtà con il comando sdlog mi sarei aspettato una registrazione costante del percorso, da scaricare a piacimento via GPRS. Ma così non è.

Comandi personalizzati

Quando orange.gps-trace.com indica che il tracker è connesso (si può vedere dall’icona verde a sinistra, cerchiata nella foto) e possibile inviare dei comandi personalizzati al tracker direttamente online. Si può variare, ad esempio, la frequenza di invio dei dati , l’attivazione/dirattivazione del comando “move”, etc…

Le parti salienti sono evidenziate in foto.

Ad esempio, se mando il comando notn123456 il tracker smette di inviare dati sulla posizione al server e si disconnette. Dal sito perdiamo pertanto anche la connessione gprs e quindi la possibilità di inviare comandi.

Come fare?

Chiamare il tracker equivale a chiedergli di connettersi via GPRS e di inviare dati al server. Quindi, chiamo il tracker ed aspetto che riagganci, da GPS-Trace Orange aspettiamo fiduciosi che compaia l’icona con la scritta gprs e velocemente inviamo un messaggio tipo t030s***123456. In questo modo il tracker sarà quasi costantemente connesso e noi avremo anche la possibilità di controllarlo.

Durata batteria

Con il primo test,  il tracker ha avuto un’autonomia di circa 30 ore. Circa 7 ore in standby, circa 5 ore con invii di dati ogni 60 secondi e le restanti ore con invii ogni 20 minuti.

Il secondo test invece ha previsto l’intero periodo in standby. Durata sino al primo messaggio “Low Battey”: quasi 48 ore.

Terzo test, uso operativo. Il Tracker è stato lasciato in standby su un’auto, con il comando move attivo. Quando l’auto si è mossa è stato attivato il GPRS ed un operatore  ha seguito i suoi movimenti per circa 5 ore, con invio di dati ogni 30 secondi. L’auto ha percorso circa 35km in un’area urbana ed a tratti boschiva in cui il segnale GMS spesso è debole. Dopo 5 ore è stato nuovamente ripristinato lo stato di standby. L’auto è stata parcheggiata in un garage ed è stato riattivato il comando move.

Giusto per rendere l’idea, in questo caso la batteria è durata appena 24 ore.

Hack

Vediamo di ‘fare’ qualcosa di diverso. Delusi dalla tutto sommato modesta autonomia, colleghiamo il tracker ad una batteria esterna. Per iniziare usiamo una Li-Po da 2800 mAh, lo accendiamo e lo lasciamo in standby, fermo sulla scrivania del nostro laboratorio.

La tensione di partenza della batteria era di 4V.

Dopo 75 ore (poco più di 3 giorni) il tracker ha inviato il primo messaggio “Low Battery”, segnalando la tensione a 3,73V.

Sperando nella carica della più capiente Li-Po abbiamo deciso di proseguire e… dopo altre 24 ore il tracker era ancora acceso.

Questo nuovo test ha avuto risultati incoraggianti. Il tracker ha avuto un’autonomia di 115 ore in standby (quasi 5 giorni).

Con un’autonomia del genere potremmo pensare di far provare il tracker ad un amico investigatore!


Aggiornamento:
Eseguiti test anche con due celle lipo da 2800mAh collegate in parallelo.
Il tracker ha avuto un’autonomia – in solo standby – di 12 giorni. Invece, utilizzato in modalità GPRS ininterrottamente per 5 ore al giorno, di soli 3 giorni.

Consiglio importante

Non abbiate mai fretta con questi apparecchi. Assicuratevi SEMPRE di inviare comandi sintatticamente corretti, e cercate di attendete l’esito in un comando prima di inviarne uno nuovo. A volte risponde ad un comando anche dopo 1 o 2 minuti. Anche e soprattutto quando il tracker si connette in GPRS occorre una buona dose di pazienza. Esempio: lo configuro in GPRS. Lo chiamo, ed attendo che il server (il sito GPS-Trace Orange, nel mio caso) confermi l’avvenuta connessione. Possono passare anche un paio di minuti!!!

Le immagini seguenti sono un contributo dell’utente Stefano, che scrive:

“…Sono un firmwarista e come per il tk102 vecchia versione voglio riscrivere il firmware,un po per passione un po per risparmiare su tutti quegli sms di configurazione, quindi mi serve sapere che microcontrollore e modulo gsm monta… Ci sono degli integrati che non riesco a identificare”

Ecco le immagini del mio tracker smontato. Prestate attenzione al cavo rosso, che si stacca facilmente. Quando si rimonta, deve essere risaldato.

439 Comments

  1. Commento di Francesco :

    Ciao
    Un’implementazione molto semplice dell’applicazione RTN1 consiste nell’usarla per la sola LOCALIZZAZIONE in Real Time.

    Chiunque,senza nessuna autenticazione,si collega tramite internet (Pc,tablet,smartphone,…..) ad una pagina web e può vedere sulla mappa scelta, la posizione del dato GPS trasmesso,in real time,dal ricevitore GPS alla piattaforma web.
    La posizione viene aggiornata ogni 20s (valore minimo) che a ben vedere è un monitoraggio,tranne il fatto che la tracccia non viene visualizzata in continuo,inoltre viene fornita la velocità per quella determinata posizione.

    Se il ricevitore,nel momento della richiesta del dato,è spento, viene fornita dalla piattaforma web l’ultima posizione registrata fornendo anche il tempo trascorso da tale ultima registrazione (clic tasto sinistro all’interno dei cerchi concentrici che individuano la posizione).

    Ecco il link per ricevere la mia attuale posizione:
    http://62.149.171.246/wordpress/?p=2491

    Ciao e una Serena Pasqua per tutti.
    A presto
    Francesco

  2. Commento di claudio :

    Salve ! Mah ! è possibile chè il dispositivo gps tk 103 , collegandolo con la presa di corrente e al suo interno ha la batteria carica, non carica ? forse è difettoso ? chiedo dei consigli . saluti

  3. Commento di claudio :

    Salve ! Mah ! è possibile chè il dispositivo gps tk 103 , collegandolo con la presa di corrente e al suo interno ha la batteria carica, non carica ? forse è difattoso ? chiedo dei cosigno . saluti

  4. Commento di Fabio :

    Ciao, stavo pensando di acquistare un GPS traker ma mi stavo orientando verso un dispositivo da collegare alla batteria… ho visto il tk 110 ma visto che non sono pratico di queste cose e non trovo info riguardanti la configurazione vorrei sapere se secondo voi posso andare tranquillo e seguire le vostre dritte o se è meglio cambiare dispositivo.

  5. Commento di ignazio :

    BUONGIONO ! VORREI PORGERE UNA DOMANDA, POICHè, INSERENDO LO SPINOTTO DEL CARICA tK 102 DI CORRENTE, NON CARICA LA BATTERIA, SINO AL CONSUMO E SCARICAMENTO DELLA BATTERIA. AVENDONE PROVATO UN’ALTRO, IL RISULTATO è LO STESSO. FORSE SI è STACCATO QUALCHE FILO DAL TRAKER. SICURI DI UNA RISPOSTA ,SALUTI.

  6. Commento di pietro :

    Buona sera avrei bisogno di sapere notizie su come far funzionare il comando move su tk 106 mi potete aiutare grazie

  7. Commento di pietro :

    Salve ho un problema sul mio tk 106 ovvero la funzione move mando il solito messaggio mi risponde move ok ma se sposto l’auto non mi arriva nessun messaggio qualcuno sa spiegarmi come funziona

  8. Commento di Francesco :

    L’applicazione REAL TIME NAVIGATION in opzione 1 (RTN1) è stata presentata ai visitatori nella manifestazione del 5 e 6 aprile scorso tenutasi ad Ancona nell’ambito del PROGETTO EMERGENZA al quale hanno aderito sia soggetti pubblici (Forze dell’Ordine,Soccorso,Vigili del Fuoco etc…) che Associazioni di Volontariato (Croce Rossa,Protezione Civile,Misericordie etc…)

    Per chi volesse vedere qualche foto ecco il link:

    http://www.francoingbruno.it/progettoemergenza/

    https://www.facebook.com/francesco.bruno.3745496

  9. Commento di andrea :

    ciao, ho un problema con la connessione al sito trace orange, ho seguito alla perfezione la guida e anche inviando i comandi per il server ecc, tutto è andato a buon fine, ma nel sito mi risulta il dispositivo offline…nel campo id univoco ho inserito il codice imei.. non so cosa posso aver sbaglito.

    • Commento di Tonino :

      Secondo me dovresti essere sicuro di tutti i passaggi passo passo.
      Il tracker si connette? Come hai verificato?

      Può succedere che il tracker non sia perfettamente compatibile. Potresti provare a cambiare il modello sul sito Orange, impostandone uno simile.

      • Commento di andrea :

        ti ringrazio per la risposta, si ho seguito tutto alla perfezione, il tracker mi invia i messaggi adminipok e apnok.. proverò a impostarlo come tk102-2.
        un’altra domanda, siccome vorrei un’autonomia di circa 15-20 giorni in stand-by, è possibile a tuo parere raggiungerla con una batteria collegata da 10000 mAh?

        • Commento di andrea :

          dimenticavo, il tracker mi risulta offline con icone oscurate, mentre dovrebbero essere verdi..

        • Commento di Tonino :

          Si ok per aminip e apnok, ma questo vuol dire che il tracker ha memorizzato i parametri dati, e non che il tracker sia effettivamente connesso. A mente ricordavo un comando che consente di ricevere la posizione con città via e numero civico, ma è un comando del TK103, non del TK102: address+password. Ricordo che col TK103 feci così la prova di connessione.

        • Commento di Tonino :

          Per un periodo l’ho usato con 6 celle LiPo da 2800mAh collegate in parallelo (tot.16800 mAh). L’ho fatto, anche se tecnicamente non è consigliabile mettere delle celle LiPo in parallelo, ed il tracker ha avuto l’autonomia di 10 giorni… abbondanti. Poi, dipende se il mezzo si muove oppure se è fermo ed il tracker in sleep. Che tipo di batteria vorresti collegare? Le mie 6 celle sono “morte” ed avrei bisogno di trovare una nuova soluzione, magari più pulita die quella adottata.

          • Commento di andrea :

            una batteria di questo tipo, in pratica il tracker deve stare sempre in standby e attivarsi solo in caso di movimento.. http://www.amazon.it/dp/B00C63PL62/ref=asc_df_B00C63PL6216063256?smid=A11IL2PNWYJU7H&tag=trovaprezzi-ce-21&linkCode=asn&creative=23422&creativeASIN=B00C63PL62 in standby quanti giorni potrebbe raggiungere secondo te? ti ringrazio nuovamente

            • Commento di Tonino :

              OTTIMO consiglio. I power pack per i cellulari possono essere la soluzione!! OTTIMO OTTIMO.
              Come puoi leggere nell’articolo il mio tracker, alimentato con una LiPo da 2800 mAh, è rimasto acceso in standby (quindi senza invio di localizzazioni, salvo uno al giorno per controllo) per 12 giorni. Con una batteria da 10mila mAh si potrebbe ipotizzare anche un mese di standby. Ma DEVE essere provato. La durata è fortemente condizionata dai segnali presenti nella zona, esattamente come un telefono cellulare. Se invece prevedi di fargli trasmettere regolarmente le localizzazioni, magari una volta al minuto, aspettati una durata di una settimana, forse meno.
              Come vedi ho dato un po’ di numeri a caso. Sono ipotesi che dipendono dal tipo di utilizzo. Rileggendo il mio messaggio di sopra vorrei precisare che in quel caso (batteria da 16800 mAh – durata 10 giorni) l’auto che il tracker “seguiva” percorreva centinaia di km al giorno, con decide di sleep e riattivazioni.

              • Commento di andrea :

                perfetto! proverò con questa batteria, mio interesse è tenere il tracker in standby per almeno 15-20 giorni, il tracker rimarrà fermo tutto il periodo e si attiverà solo in caso di movimento.. in questo arco di tempo farò giusto due tre controlli, per capire se il tracker sta funzionando bene.

  10. Commento di Alessandra :

    Scusatemi della mia ignoranza in materia,ho comprato il gps tracher 102/2 con microsim, perché ho paura che mi rubano la mia auto nuova abito in una regione ad alto rischio mi hanno consigliato un gps,non so da dove cominciare per farlo funzionare per faro c’é qualcuno che mi aiuta passo per passo vi prego aiutatemi.
    Si sarò grata grazie per l’aiuto.

  11. Commento di ala50002002 :

    Ciao per che schede sim avete optato, e quale piano ? ciao

    • Commento di Francesco :

      Ciao
      ritengo che la domanda sia per me,anche se hai aperto un nuovo commento,in sostanza dovevi “postare” in “rispondi”.
      Ecco la risposta:
      -Scheda: TIM
      -Tariffa base: TIM 12 New
      -Opzione:Nuova Internet Start 2048+2048 Mb Dati
      -Ricaricabile: 12 euro mensili.
      Ciao A presto
      Francesco

  12. Commento di Francesco :

    Ciao
    ieri ho fatto una prova con la mia applicazione GPS (RTN1) che in questa configurazione utilizza come ricevitore GPS il tracker TK102-PRO equipaggiato con scheda sd da 4Gb e scheda TIM dati e voce.L’applicazione funziona benissimo,sia in real time che importando i dati GPS,in un secondo momento, sulla piattaforma di ORANGE.

    Quello che volevo segnalare però,che ritengo sia interessante, è che come terminale GPS (browser Firefox ), sia in real time che con i dati importati, ho utilizzato un portatile da 10″,precisamente un ASUS EeePC 1001 PGO che come sistema operativo ha installato in dual boot UBUNTU 10.04 Lts e,questa la novità interessante,ANDROID 4.0.4 (Kernel 3.0.6-android-x86-eeepc) che come è noto è il sistema operativo mobile di Google che viene installato sulla maggior parte degli smartphone/tablet.

    Ho voluto fare questa prova fondamentalmente per due motivi:
    -il sistema operativo ANDROID x86 è molto leggero(non arriva a 200 mb!),è fluido,ha connessioni in 3G velocissime (l’ASUS ha di base un modem 3G integrato) ed è semplice per tutti,nonostante sia una particolare distribuzione di Linux;
    -al di là dei vari “proclami” (samsung, etc…..)vedere una applicazione basata su piattaforma di Orange su uno smartphone/tablet, è davvero frustrante perchè il monitor dello smartphone è piccolo e fra le tante cose,molte volte, non si vedono neppure alcuni pulsanti,va un pò meglio con i tablet,invece con l’Asus equipaggiato come ho descritto diventa tutto più utile e soprattutto piacevole per questa applicazione mobile.Vedi foto!.

    Appena posso scriverò un articolo molto dettagliato in merito che poi pubblicherò sul mio blog,intanto c’è un album di foto che si può trovare qui:
    https://www.facebook.com/RealTimeNavigation?ref=hl
    Per chi volesse caricare (comando importa) su Orange il tracciato, ecco il link dal quale scaricare il file di nome 140303.txt (nel browser cliccare “salva” o “salva come” una volta aperto):
    http://www.francoingbruno.it/download

    Ciao A presto
    Francesco
    SBT li 4.3.2014
    ##############################################################################

    • Commento di Tonino :

      La tua applicazione è sul market? Gratuita? A pagamento? Facci sapere.

      • Commento di Francesco :

        Ciao Tonino,
        nel post di ieri la cosa che ha mio parere è interessante ed innovativa,è il fatto che l’applicazione,o meglio il programma,Real Time Navigation (RTN) che abitualmente gira su piattaforme desktop Windows o Linux,è stato caricato ed usato su un portatile con un sistema operativo di base che è Ubuntu 10.04 Lts Desktop (la distribuzione di Linux che preferisco in assoluto,anche se è un pò datata!) e che è affiancato da un’altro sistema operativo, che è nato per e viene usato negli smartphone e tablet,quindi fondamentalmente un sistema operativo mobile,mi riferisco ad ANDROID nelle varie versioni.

        Infatti dà un pò di anni a questa parte si è formato un gruppo che sta sviluppando (codice open source) il “porting” del classico Android mobile verso i piccoli portatili o vecchi computer con risorse contenute perchè questo sistema se utilizzato prevalentemente per internet e messaggistica è l’ideale perche gli servono poche risorse hardware ed è leggerissimo in termini di “peso”,una installazione tipica non supera i 200-300 Mb,questo progetto è individuato con la sigla ANDROID x86.Allego un screenshot delle impostazioni del mio Asus con Wi-FI e 3G integrati.

        Per quanto riguarda la nostra (siamo un gruppo) applicazione RTN è fondamentalmente un pacchetto che contiene un pò di software e componenti hardware (ricevitori gps e quant’altro) per trasmettere fondamentalmente dati in real time,in questo caso dati GPS, che viene offerto e modulato a seconda della richiesta avanzata.La soluzione RTN con opzione 1 (RTN1) è la più semplice e si adatta benissimo per singole utenze tipo escursionisti,automobilisti,persone anziane,bambini ecc…. e come ricevitore GPS è equipaggiata con un TRACKER 102 PRO portatile dotato di SD e ovviamente di SIM.
        Comunque per dettagli ed informazioni allego il link:
        http://62.149.171.246/RTN/index.html
        Ciao a presto
        Francesco
        SBT lì…5.marzo.2014

        ################################################

  13. Commento di Mimmo :

    Un consiglio a tutti quelli che hanno TIM sia dal numero chiamante che sul tracker: applicate l’opzione TIMxTutti Messaggi sulla scheda del tracker

  14. Commento di Roberto :

    Ciao a tutti, io ho acquistato il modello 103AB ho configurato l’ admin ma quando chiamo il tracker dopo 2 squilli risulta occupato ma non mi arriva nessun sms con le coordinate. Da cosa può dipendere? Ps. tutti gli altri comandi funzionano! help me!

  15. Commento di Alessandro :

    Ciao,ho un tk106pro ma mi sta dando dei problemi,in pratica quando entra in una zona dove la copertura gps è assente e poi ripassa in una zona con copertura gps(verificata)il tracker rimane congelato,come se la funzione sleep non fosse disattivata.
    Sapete se esiste un comando epr poter disattivare lo sleep mode del gps?Non mi interessa che la batteria duri di meno ma alemno che funzioni!!
    Grazie 1000

  16. Commento di alessia :

    Salve a tutti. Ho dei problemi con il tk102 da qualche giorno. Appena caricata la batteria e inserita funzionava correttamente., ma il giorno successivo dopo il secondo squillo cade la linea e non ricevo nessun messaggio. Non risponde a nessun comando ke gli invio…ho provato anke a staccare e riattaccare la batteria ma niente.. tutto uguale. Cosa potrei fare? Grazie

    • Commento di Mimmo :

      Dopo il secondo squillo il dispositivo riaggancia, in questo modo ti funzionava sicuramente anche il giorno prima se era in modalità tracker.
      Il giorno seguente hai inviato i comandi sempre dallo stesso numero senza mascherarlo?

  17. Commento di massimiliano :

    Ciao io ho visto dalle istruzioni del 102 in mio possesso,che si può cambiare sms in gprs cosa vuole dire? Ho un abbonamento internet,ma gli sms
    Che mi invia li pago 15 centesimi -siccome non ne capisco moltosulla modalità gprs i messaggi li pago ancora? Grazie

  18. Commento di Filippo :

    Anch’io ho questo problema, come posso risolverlo?
    Se avete qualcuno che Sto arrivando! Metterci le mani ditelo, sono fermo da mesi. Lo posso spedire anche subito. Grazie!

  19. Commento di Mimmo :

    Non mi è chiara la differena fra “sleep by time” e “sleep by shock sensor”. Entrambe si attivano per timeout dall’ultima vibrazione (circa 5 minuti) ed entrambe spengono il GPS.

  20. Commento di Mimmo :

    Non mi è chiara la differenza fra sleep by time e by shock sensor. Sembrerebbero uguali in quanto lo sleep si attiva comunque dopo circa 5 minuti (quindi…by time) dall’ultima vibrazione (qunidi…by shock).
    O mi sfugge qualcosa?

    P.S.: ho verificato con un amperometro in serie,in effetti l’assorbimento in modalità sleep (in entrambe le modalità) dopo circa cinque minuti passa da circa 40-50 mA a circa 3-5 mA.

  21. Commento di Paolo :

    Ciao, ho acquistato da poco, il tk-102 pro, con solt micro sd e shock sensor. Lo shock sensor però, non è più possibile impostarlo sui 10 livelli di sensibilità come il tk 106, ma è possibile settarlo solo così:

    5.14 Shock sensor alarm

    It is disabled as default, send “shock+password to tracker, tracker will reply “shock ok!”.

    “Sensor alarm+lat/long” will send to authorized phone number when tracker is being shocked,

    and one alarm for each shock event trigger.

    Cancel: Send “noshock+password” to cancel the shock sensor alarm.

    Amche sui vostri tracker non è più possibile questa funzione? Ci sono diversi firmware dello stesso dispositivo o è uguale per tutti i modelli tk-102 pro?
    grazie
    saluti paolo

  22. Commento di giorgio boccolini :

    buongiorno ho uno smartrack kx402 e fino a una settimana fa il server si apriva ora non lo trova piu ricevo con sms in sistema uri con dati gprs ma quando clicco il links mi da server non trovato http://www.smartrack.hk
    come posso risolvere questo problema

    Saluti Giorgio

  23. Commento di Francesco :

    Ciao Luca
    ecco alcuni chiarimenti di base,rimane sempre il fatto però, che ogni comando,funzione,modalità va provata sul tuo TK,perchè purtroppo, ho potuto constatare piu volte che ogni TK ha una propria “storia” che dipende dal fatto se è originale,clonato,taroccato,versione del firmware ecc,insomma, una gran confusione!!!.

    Il TK per poter funzionare bene ,a prescindere dalla modalità SMS o GPRS (on/off) sulla quale è impostato,deve poter ricevere ENTRAMBI i segnali:segnale GPS (vede e traccia i satelliti),segnale GSM (la sim si aggancia alla cella della rete telefonica più vicina,per inciso, senza sim abilitata non funziona neppure il ricevitore GPS incorporato!).Appena acceso il TK inizia a cercare i segnali e il led verde lampeggia una sola volta ogni tre secondi, acquisiti ENTRAMBI i segnali (il tempo dipende dal posto) inizierà a lampeggiare due volte con frequenza continua.
    Se per qualche motivo il segnale GPS (ok/no) decade si ritorna alla situazione di partenza e cioè il led lampeggia ogni tre secondi una volta sola,ma comunque rimane accesso segnalando quindi la presenza della rete GSM (da 0% fino al max 100%),ma non si spegne completamente mai.

    Ci sono comandi che funzionano in entrambe le modalità SMS o GPRS,uno di questi è “save”,altri invece, solo nella modalità SMS.
    Anche il comando “sleep”,infatti,funziona sia in modalità SMS che GPRS e riporto qui per completezza le sue funzioni (non sono i comandi!!):
    -sleep on/off:stand-by si/no;sleep time:va in “stand-by” dopo il tempo “time”;sleep shock:va in “stand-by” se non ci sono vibrazioni.
    quindi una volta attivato (on),occorre anche dare tutte e due, o solo una, la/le opzioni “time” e “shock”,sarà eseguita quella che “arriva” prima!(stand-by per tempo scaduto o per mancanza di movimento).
    La cosa importante dà sottolineare è che il comando sleep AGISCE solo sul segnale GPS,nel senso che manda in stand-by il ricevitore GPS e non tutto il TK, e MENO CHE MENO il segnale GSM (l’attivazione GSM non funziona con la chiamata,sarebbe quindi impossibile riaccenderlo dà remoto).

    Da quanto sostenuto sopra, ne deriva che il comando “sleep” non funziona se è attivato”save”,perchè se noi abbiamo attivato l’archiviazione di dati su SD pensiamo di ricevere posizioni GPS sempre valide(in altre parole non siamo fermi!)e quindi ogni rigo del file “data.txt” sarà diverso con riferimento alle coordinate;se cosi non è, nel senso che decidiamo di fermarci, e quindi, dal segnale GPS,in questa situazione, riceveremmo sempre e SOLO la stessa posizione e che non ci serve ,quindi, archiviarla,allora, disattiviamo “save” e mandiamo in stand-by il ricevitore GPS(in questa situazione sleep funziona!),ma comunque il led lampeggia ogni tre secondi, anche col segnale GPS assente (nel caso ci trovassimo in modalità GPRS viene interrotto anche l’invio del messaggio di Log).Per ripristinare la situazione di avvio basta,via sms,disattivare lo sleep.

    Possiamo verificare la situazione attuale con il comando, via sms, “check+tuapassword” e se il TK NON È COMPLETAMENTE SPENTO ci risponderà, fornemdoci la situazione relativa alla copertura GSM(0%-100%),segnale GPS (ok/no),GPRS (on/off) e carica della batteria (0%-100%).
    Nel caso peggiore ,invece, che il led non funzioni affatto,completamente spento,significa o che la batteria si è esaurita oppure che il TK è rotto.
    Per concludere non mi rimane che ribadire ancora il fatto che anchè in modalità GPRS il tracker è in grado di ricevere alcuni comandi via sms,fra questi il cambio di modalità e il comando di CHECK.
    Ciao a presto
    Francesco
    SBT…..18.01.2014

    +++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

    Ecco una porzione del file archiviato ieri in modalità GPRS:

  24. Commento di Filippo :

    Salve, volevo chiedere se conoscevate qualcuno che potrebbe controllare il mio 102 perché non aggancia più il segnale Gps e quindi non rileva l’esatto posizione. Tutto il resto funziona alla grande. Grazie mille.

  25. Commento di Francesco :

    Ciao
    con questo post vorrei approfondire,visto che la cosa interessa a tanti,il funzionamento del TK 102 v.PRO quando viene utilizzato sulla piattaforma di Orange e chiarire alcune funzioni.
    Il TK 102 v.PRO in modalità GPRS,utilizza la piattaforma di Orange (www.gps-trace.com) fondamentalmente in due modi:inviando i dati GPS in Real Time oppure salvandoli sulla propria scheda SD in un determinato file e poi importati sulla piattaforma e archiviati nel relativo database.

    MODALITA’ GPRS IN REAL TIME (tracciato in blu)
    In questa modalità chiunque si collega al server di Orange (ovviamente previa autenticazione!),puo’ vedere la localizzazione in tempo reale del TK (mediamente con uno sfasamento di pochi secondi) ,la traccia disegnata è di colore blu e la grafica è quella impostata nelle varie opzioni.Allego delle schermate “catturate” questa mattina mentre il TK si spostava.Si vede bene che in questa modalità il tracciato(linea blu) che unisce le varie posizioni è alquanto approssimativo:passa sopra le abitazioni,non rileva le curve,tira dritto ..eccc.questo perchè la posizione GPS è molto precisa e rilevata ogni 20s (impostazione minima consentita),mentre,invece il messaggio che viene mandato al server via GSM/GPRS con i dati dipende dalla presenza del segnale GSM/GPRS stesso e dagli “ostacoli” incontrati (in altre parole vengono “saltate” alcune posizioni perchè non inviate!)Tale imperfezione è ovviamente inversamente proporzionale alla lunghezza del tracciato:se mi sposto da Milano a Palermo incide relativamente poco sulla precisione,se invece mi sposto in un ambito ristretto (porzione di città) posso utilizzare il dato GPS come semplice localizzazione ma il tracciato,in linea di massima,non serve.
    La conclusione è che il tracciato in Real Time (ripeto linea blu) in ambiti ristretti non lo salvo sul database della piattaforma,ma lo utilizzo visivamente solo per controlli a video (centrali operative o anche singoli client casalinghi).

    MODALITA’ GPRS CON L’ARCHIVIAZIONE DEI DATI SU SD (tracciato in rosso)
    In questa modalità,se l’archiviazione dei dati su SD è abilitata,il tracker contemporaneamente all’invio dei dati al server via GSM/GPSR, li salva,pure, su un file generato automaticamente nella SD in formato ****.txt.Ovviamente i dati salvati sono solo posizioni GPS rilevati ogni 20 s (da 20s in poi….).
    Con questo file possiamo fare in locale la POST-ELABORAZIONE che in estrema sintesi consiste nel prelevare il file dal TK,importarlo sulla piattaforma,eseguirlo e,se riteniamo che ci serve,salvarlo sulla piattaforma oppure salvarlo ,in un formato esterno, da utilizzare nei vari software applicativi (Oziexplorer,Navit,Googlemaps …ecc).In questa modalità abbiamo sia la posizione che la traccia entrambe molto precise,perchè il dato è solo quello GPS e non è affetto dall’errore della mancanza del segnale GSM.
    Nelle foto che allego la traccia in rosso è quella archiviata e poi caricata sulla piattaforma con le varie posizioni rilevate (pallini rossi!)
    Per dovere di precisione devo aggiungere che quando il TK perde il segnale GPS (in altre parole non traccia in quel momento i satelliti!) e non può avere quindi il dato di posizione satellitare, il dato GPS,viene sostituito con il codice LAC,che altro non è che una posizione LBS che viene acquisita facendo riferimento alla posizione GPS della cella alla quale in quel momento la sim del TK è agganciata con un ordine di precisione che è contenuto in un cerchio di 3 km di raggio con centro la cella,che poi,tutto sommato, è quello che fanno i cellulari quando ci danno la posizione,che non discende,quindi, affatto dal tracciamento dei satelliti.Mi scuso qui per l’estrema sintesi,ma che comunque possiamo sempre riprendere,se interessa.
    Allego delle schermate che evidenziano quanto scritto,in particolare segnalo quella con i due tracciati sovrapposti per vedere visivamente la relativa precisione.
    Ciao
    Francesco
    SBT…..17.01.2014
    ++++++++++++++++++++++++++++++
    Nella cartella del DOWNLOAD ci sono sette file di riferimento: (file archiviato e poi importato in Orange), fino a

  26. Commento di Paolo :

    5.14 Shock sensor alarm

    It is disabled as default, send “shock+password to tracker, tracker will reply “shock ok!”.

    “Sensor alarm+lat/long” will send to authorized phone number when tracker is being shocked,

    and one alarm for each shock event trigger.

    Cancel: Send “noshock+password” to cancel the shock sensor alarm.

    il comando riportato sul manuale è questo e non shake123456 (1-10)

  27. Commento di Paolo :

    Salve, ho acquistato da poco il gps tracker tk102-2 con slot microsd e shock sensor, ho notato che lo shock sensor non si può regolare sui 10 livelli di sensibilità, ma è fisoo o si può regolare solo con 3 parametri, anche i vostri sono così o ci sono 2 diversi firmware dello stesso?

  28. Commento di Andrea :

    Salve chiedevo se era possibile usare piu funzioni contemporaneamente.

  29. Commento di Carlo :

    Ho acq. Anch’io il ti 102, ho caricato la batteria ma non si accende se non collegato con cavetto ad altra batteria ed inoltre non trova il campo la SIM inserita, qualcuno puo’ aiutarmi? Saluti e grazie, Carlo.

  30. Commento di domenico :

    Salve ho acquistato un’altro tracker 102 collegando il caricabatterie sottochiave(che carica solo quando l’auto è in moto)a differenza dell’altro interrogandolo in modalità monitor mi funziona solo per un pò!!!Cioe dopo aver spento il motore per qualche minuto mi risponde dopodichè mi dice irragiungibile!!!accendo e spengo l’auto per un secondo e mi funziona!!sembra come se si addormenti’!!come mai?

  31. Commento di Stefy :

    Salve, volevo sapere se qualcuno ha il mio stesso problema. Ho il tk 102 PRO e da un pò di tempo ad ogni accensione, appena il segnale gsm( non gps) è disponibile( io ho sim vodafone), mi invia il messaggio LOW BATTERY! CHARGE nonostante la batteri(interrogandolo con #check#password#) mi dice che è ad es. 65% …. prima mi inviava il messaggio di batteria scarica solo quando realmente era al 10 %…. HELP ME !

  32. Commento di domenico :

    ciao Paola anche io ho lo stesso problema non riesco ad impostare i messaggi direttamente con il link ….faccio la procedura smslink123456 ma mi dice pasword err………….qualcuno sa aitarmi….. da premettere che però ho notato che quando mando il comando move….. dopo invia i messaggi con il link…… ma dopo ritorna come prima…. grazie…..

  33. Commento di Nicola :

    Buonasera volevo sapere come mai lo stesso tracker (102) ad un mio amico arriva sms con cordonate google maps+ velocità e stato batteria mentre a me solo il collegamento di google maps?grazie

  34. Commento di Domenico :

    Salve perché ricevo il messaggio:lat: long: speed: bat:F signal:L imei:355689018610029 e non le coordinate?

  35. Commento di Paola :

    Buonasera a tutti. Ho un problema con il mio tk 102. Quando ricevo il link x visualizzare la mappa a volte quando clicco m da una schermata in giapponese-cinese e nn riesco a vedere la posizione. Quindi provo a mandare il comando per ricervere il messaggio in formato testo ovvero “smstext123456″ ma risponde sempre “passworderr!” Ma per gli altri comandi la password è esatta e non mi da alcun problema.
    Ho riscontrato anche un problema sulla piattaforma orange: mi dice che è sempre offline e non mi carica la posizione, sicuramente dovuto al fatto che non ho saputo configurare il tracker con indirizzo ip ecc. Cosa e come devo inserire avendo una scheda wind con 1gb incluso e non illimitato? Grazie attendo una risposta.

    • Commento di stefano :

      ciao… hai il mio stesso problema.. che credo consista fondamentalmente nel fatto che non aggancia il segnale GPS. la scritta giapponese vuol dire che il dispositivo è fuori dalla matrice (reticolato geografico).
      qualcuno sa come risolvere il problema della mancata ricezione del segnale gps?
      personalmente ha sempre funzionato.. ho cambiato la sim.. fatto il reset con begin.. e non va più

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.