Sensori di parcheggio – Il kit – Recensione

Sensori di parcheggio - Il contenuto del kitAcquisto un kit per il montaggio dei sensori di parcheggio alla mia auto.

Ne trovo un po’ di tutti i prezzi, e decido di spendere il meno possibile, così giunge il kit indicato in figura, comprensivo di una punta a tazza per forare il paraurti.

Il display è molto piccolo, dalle foto sembrava invece enorme. Meglio, perchè così è esteticamente meno invasivo del previsto. Io cercavo un modello solo buzzer,  ma costava di più. Occulterò il display ed utilizzerò solo il cicalino.

 

Sensori di parcheggio - Il displayDecido di provare il sistema prima di montarlo. I connettori della centralina sono delicati, e non sembra che garantiscano molta affidabilità.

La qualità della plastica è buona, i sensori non sono verniciati molto bene ma il colore è esattamente quello visto ed acquistato. Collego i sensori, il monitor e l’alimentazione, ed il sistema inizia a suonare all’impazzara. Chiaramente i sensori appoggiati disordinatamente fanno il loro lavoro segnalando l’ostacolo.

Sensori di parcheggio - ConnessioniDecido allora di sistemare i sensori ordinatamente su un piano, montandoli dentro alcune scatole.

Al termine del test quasi mi convinco che qualche sensore non funzioni a dovere, oppure che tutto il sistema sia inaffidabile.Sembrava che ci fossero ‘falsi allarmi’ e la reazione dei sensori fosse rallentata ed a volte assente.

Sensori di parcheggio - Il sensoreNoto quindi che:

– la centralina scansiona con una certa lentezza i vari sensori, perciò la risposta non è immediata.Ad occhio, un sensore segnala un ostacolo quasi mezzo secondo dopo l’apparizione;

– tappare un sensore equivale ad accecarlo. Funziona ad ultrasuoni, quindo se l’ultrasuono non viene emesso, non viene neanche ricevuto. Ovvio no?

 

Non resisto alla tentazione di vedere com’è fatto dentro, e scatto qualche foto. La parte elettronica non mi sembra molto pulita, nel senso stretto del termine. E’ un prodotto nuovo, ho notato qualche alone sul circuito stampato come se qualche componente sia stato sostituito, ed i connettori sono fissati sulla scheda in modo piuttosto precario. Sensori di parcheggio - Interruttore di accensione dal displayL’interruttore di accensione posto sul display non funzione se azionato dall’esterno, perchè è indurito e fissato male. Per fortuna l’interruttore non mi servirà.

Il prodotto è economico e si vede.

 

Decido di montare ugualmente i sensori sull’auto.

Sensori di parcheggio - Montaggio sensore I paraurti possiedono già una sorta di predisposizione, nella parte interna, quindi foro con precisione e facilità.

‘Rubo’ la corrente dalla luce della retromarcia, così la centralina si alimenta solo quando serve.

Occulto il display ma faccio in modo che il cicalino si senta.

 

Il primo test è una delusione. Suona ma non ci sono ostacoli. Così penso che i sensori guardino troppo in basso. Può capitare, così li oriento meglio. Dalle foto infatti si nota che i sensori non sono simmetrici, proprio per consentire una seppur minima regolazione. Regolo, riprovo,suona a vuoto. Perchè? Non funzionano?

 

Mi trovavo in un vialetto con l’erbetta un po’ più alta al centro, ed alcune piante molto vicine al bordo destro. Così ho provato a tappare singolarmente ogni sensore, fino a trovare quello incriminato. Segnalava semplicemente la pianta, oppure l’erba più alta sul bordo strada. Capita.

One Reply to “Sensori di parcheggio – Il kit – Recensione”

  1. Confermo , provato un sistema simile , veramente penoso , meglio non averlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

wp-puzzle.com logo