Squeezebox – Installare piCorePlayer su Raspberry Pi

Per capire cosa intendiamo con Squeezebox leggiamo qui

E’ un sistema della Logitek, i cui prodotto sono usciti fuori produzione nel 2014, che consentono di creare un sistema multiroom audio.

L’ultimo prodotto Logitek della gamma è stato il “UE Smart Radio”. Un prodotto bello, costoso e ad oggi quasi introvabile.

Tuttavia il sistema è interessante ed è possibile crearselo da se con Raspberry Pi, un dongle USB Audio oppure HiFiBerry DAC/DAC+ ed il software opensource.

Il sistema che ho costruito, e che propongo con questo articolo, è fatto con il seguente hardware (vedi foto):

– Raspberry Pi modello B+;

– dongle Wifi D-Link mod. DWA-121;

– dongle USB Audio KONIG Electonic  mod. CMP-Soundusb12.

Costruiamo un sistema multiroom audio con Squeezebox

piCorePlayer è un client squeezebox leggero e facile da installare. Vediamo come fare!

Una volta installato il server Logitek Mediaserver sul proprio Raspberry (o PC) principale, quello cioè su cui risiedono i file audio, possiamo costruire i clienti, i nostri squeezebox.

La procedura è semplice, anche se non esente da intoppi:

1) Scarichiamo il file immagine di piCorePlayer da qui: https://sites.google.com/site/picoreplayer/, alla sezione download;

2) Usiamo i software gratuiti SDFormatter per formattare la scheda di memoria microSD e Win32DiskImager per scrivere il file immagine che abbiamo scaricato;

3) Dopo avere scritto il file immagine sulla scheda microSD, inseriamola nel Raspberry Pi, colleghiamolo al nostro router di casa con un cavo ethernet, alimentiamolo ed attendiamo qualche secondo;

4) Raggiungiamo il server con il browser, scrivendo l’indirizzo IP ricevuto via DHCP dal raspberry. Per trovare il numero IP in uso utilizziamo la funzione “dispositivi collegati” del router, se è presente, oppure un’applicazione del tipo “Angry IP Range” sul PC oppure Fing su Android; questa parte potrebbe essere la più fastidiosa perchè nel mio caso il server interno del piCorePlayer ha iniziato a rispondere soltando dopo diversi riavvi del Rasperry Pi;

5) Una volta ottenuta la homePage di piCorePlayer, passiamo alla scheda Wifi Settings, ed inseriamo i dati per il collegamento alla nostra WiFi; Confermiamo la scelta ed attendiamo che il Rasp si configuri e riceva l’indirizzo IP dal router. Annotiamolo, togliamo il cavo ethernet e riavviamo e continuiamo con il nuovo numero IP;

6) Ho notato riscontrato qualche difficoltà al primo avvio. E’ probabile che esista un bug nella versione attuale (ver. 1.7). Procediamo per passi, assicuriamoci che lo squeezebox funzioni con l’audio via HDMI, quindi nella scheda Squeezelite Settings selezioniamo HDMI e poi submit. Passiamo alla homepage e clicchiamo su restart.

7) Assicuriamoci che il client parta correttamente, e per fare questo usiamo un client Squeezbox qualsiasi per Android. Io uso Squeezer. Controlliamo, con l’icona di mezzo, cioè quella per la regolazione del volume, che il client piCorePlayer sia raggiungibile.

8) Fatto questo, cambiamo nuovamente l’hardware in uso, quindi nella scheda Squeezelite Settings della pagina web di piCorePlayer selezioniamo “audio USB”, poi submit ed a seguire restart;

9) In linea di massima non è necessario inserire l’indirizzo IP del server LMS, perchè piCorePlayer esegue l’autodiscovery. Se invece vogliamo, possiamo farlo dalla scheda Squeezelite Settings, inserendo IP e porta del server LMS, es: 192.168.1.121:9000


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

wp-puzzle.com logo